Logo

Il pellegrinaggio cristiano

Due forme di pellegrinaggio hanno contraddistinto il mondo cristiano: il pellegrinaggio devozionale e il pellegrinaggio penitenziale.
Il primo risale all'epoca paleocristiana e faceva parte del processo di conversione: per liberarsi dalle ansie e dalle tensioni del mondo si partiva verso Gerusalemme, dove si viveva da “stranieri”, da “esuli” (secondo l’etimologia del termine “pellegrino”), magari fino al resto della propria vita.
Il pellegrinaggio penitenziale, o espiatorio, invece ha origini più tarde, legate a tradizioni di origini anglosassoni, soprattutto irlandesi, dove si diffuse nell'alto medioevo per diffondersi nel continente europeo nel VI e VII secolo. Era originariamente una forma di dura condanna verso una colpa molto grave, nella quale incorrevano soprattutto gli ecclesiastici, non essendo essi sottomessi al diritto dei laici. Il reo era condannato a vagabondare in continuazione, vivendo solo di elemosine.
Le prime notizie di pellegrinaggi penitenziali diretti a una specifica meta risalgono all’VIII secolo. I pellegrini erano contraddistinti da alcuni segni: il bastone (detto bordone), la schiavina, soprabito lungo e ruvido, la bisaccia di pelle per il denaro e il cibo, e i segni del santuario verso il quale erano diretti o dal quale provenivano ben in vista sul copricapo o sul mantello. Il cammino verso Roma dei pellegrini penitenziali si sovrappose a quello dei pellegrini devozionali, che visitavano le tombe e le reliquie degli apostoli Pietro e Paolo, fino a confondersi e uniformarsi.
Ai pellegrinaggi verso Roma e la Terrasanta nel corso dell’XI secolo la potente abbazia di Cluny si fece promotrice di un’altra destinazione, la città di Santiago di Compostela in Galizia, verso la tomba dell’apostolo Giacomo.
Fino all’XI secolo i pellegrinaggi furono un fenomeno piuttosto limitato, per l’insicurezza generale delle pubbliche vie (dove presenti) e per una certa diffidenza da parte della stessa Chiesa in quanto uscivano dal controllo delle diocesi. In seguito però, si riconobbe nel pellegrinaggio un’esperienza fondamentale della vita religiosa e lo disciplinò, corredandolo di un apposito voto e delle relative indulgenze spirituali. Dopo l’anno Mille, i pellegrinaggi furono uno dei motori della ritrovata mobilità delle persone e affiancarono il rinascere dei commerci. Le vie dei pellegrinaggi si attrezzarono con ospizi per garantire una modesta sistemazione, con vitto e alloggio per rifocillarsi e curarsi, se infermi.

EuropaLegenda Europa

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni