Logo

Riqualificazione

PapiIl tragitto si snoda su tutto il territorio della provincia di Belluno, interessando sentieri e tracciati dei fondovalle dei torrenti Cordevole e Boite, nonché del fiume Piave.  Nella scelta degli elementi puntuali di interesse è stata rivolta particolare attenzione alla componente religiosa che appare la realtà che maggiormente caratterizza ed illustra l’evoluzione storica e culturale del territorio.  I finanziamenti per gli interventi previsti ammontano ad un totale di € 680.000,00.  Va precisato che i due rami della “via dei Papi” relativi alle zone del Cadore e dell’Agordino sono già stati oggetto di finanziamento, ragion per cui gli interventi oggetto del presente progetto riguardano solo la parte inerente la Val Belluna ed il Feltrino.

Adeguamento di tracciati esistenti

Indicatore2Il percorso si appoggia su di una rete viaria già esistente, fatta di strade, mulattiere e sentieri. In relazione alle caratteristiche dei tracciati, sono state previste le seguenti tipologie di intervento:

- Qualificare: interesserà soprattutto i tratti di strada asfaltata e comporterà interventi quali segnaletica orizzontale e verticale, protezioni laterali, riqualificazione ambientale dei margini, apertura di punti panoramici, ecc;
- Attrezzare: riguarderà prevalentemente i tratti di strada bianca e comporterà interventi di sistemazione della pavimentazione, risezionamenti localizzati, riprofilatura delle scarpate in erosione, segnaletica orizzontale e verticale, protezioni laterali, riqualificazione ambientale dei margini, apertura di punti panoramici, ecc.

Luoghi di sosta attrezzati

Indicatore5È importante che il percorso oggetto d’intervento possa essere facilmente accessibile e ben strutturato pertanto si sono previsti tre tipi di strutture: per l’accesso, la sosta o infrastrutture leggere.
I punti di accesso strutturati sono localizzati in posizioni strategiche per visibilità e accessibilità, in cui il fruitore della traversata possa parcheggiare, capire dove si trova e quali opportunità gli si presentano per passeggiate di lunghezza variabile, avere le prime informazioni sulle caratteristiche del territorio e delle sue principali emergenze, comprendere se il percorso che sta per affrontare è adeguato alle proprie aspettative.
Le aree informative per la sosta e l’osservazione sono luoghi, distribuiti lungo l’itinerario, attrezzati per la sosta temporanea e per l’osservazione di particolari fenomeni e/o emergenze. Sono localizzate in punti altamente panoramici; in prossimità di emergenze di carattere storico, architettonico, culturale; in vicinanza di luoghi di interesse paesaggistico o naturalistico; o in punti nei quali è prevedibile che una sosta possa venire apprezzata dal camminatore.
Intervento puntuale, localizzato nell'attuale Stazione Ferroviaria di Bribano, in Comune di Sedico, parte del quale, attraverso opere edili di ristrutturazione, verrà adibito a centro informativo, al piano terreno, mentre ai livelli superiori si prevede la sistemazione ad alloggi per l’accoglienza del pellegrino.

Installazione di segnaletica e arredo urbano

Indicatore3In alcuni tratti di sentieri particolarmente frequentati, è prevista la posa in opera di tavoli e panche, anche in sostituzione di quelle esistenti in cattivo stato di conservazione. Si prevede inoltre l’installazione di strutture in legno di sostegno a pannelli informativi.

Riqualificazione degli elementi significativi

Indicatore4Individuazione di chiese ed emergenze di carattere storico-architettonico.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni